Cantine Aperte

Posted in News   |   By

Astoria Wines

14 giugno 2016 09:55:43 CEST

Si è concluso benissimo per Astoria l’evento Cantine Aperte dove per la prima volta Astoria ha aperto eccezionalmente le porte della sua Tenuta di Refrontolo nel cuore del Conegliano Valdobbiadene. Gli enoturisti hanno visitato la Collina ricoperta di vigneti e fiori, e infine la casa colonica padronale.

Fedele all'impegno sociale che la caratterizza, Astoria ha pensato però a qualcosa in più. Ha osipitato infatti solo per un giorno la Banda del Non Perdono, movimento d'avanguardia artistica per offrire una prospettiva nuova su un tema importante, quello dell'ambiente. In occasione di un evento come Cantina Aperte, che celebra il territorio e le sue bellezze, Astoria ha voluto infatti ricordare chi deve affrontare le sofferenze di un territorio deturpato, come quello della provincia di Taranto. Una dimensione ibrida tra video Art e reportage, metafora della cura di una ferita ancora aperta. Il Non Perdono, difensore del popolo e dei diritti umani che da generazioni sono stati cancellati sotto il benestare delle istituzioni, pone l'accento sulla perpetua convivenza fra la bellezza del territorio, ricco di sedimentazioni culturali ed architettoniche, con il dramma quotidiano di un presente derubato. Il Non Perdono nasce da un'idea degli artisti Roberto Martella e Grace Zanotto, rappresenta l’eroe che sacrifica sé stesso per rendere possibile un nuovo inizio, una bomba per il pensiero, l’esplosione che solleva il velo di smog che copre Taranto. Il Non Perdono usa l'arte come arma di difesa e strumento  terapeutico di liberazione e purificazione. È libertà espressiva ed impegno sociale. Un modo per riflettere, arrivando ad apprezzare ancora di più lo spettacolo di bellezza che si ha davanti proprio perché se ne riconosce la fragilità.